(+39) 0964 86.02.01

info@parcodeiprincipihotel.com

3 Mar

La Calabria e le sue meraviglie

In un clima di incertezza come questo che stiamo attraversando è bene ricordare quanto di positivo ci circonda, quanta serenità ci trasmette la possibilità di muoverci e di viaggiare in totale libertà, quanta meraviglia è insita nello scoprire nuovi posti, nuove culture ed assaporare in pieno tutto quello che un territorio ha da offrire!

Siamo certi che quando tutto sarà passato le bellezze che ci circondano in Calabria ed in Italia prenderanno nuova vita.

Anche se la vita che circonda il territorio dove il Parco dei Principi Hotel nasce, risale a radici antiche, antiche come i Greci che colonizzarono la nostra bella costa Ionica, e dove hanno lasciato una moltitudine di testimonianze a livello archeologico (come dimostrano il Museo e Parco Archeologico di Locri Epizefiri, quello dell’Antica Kaulon ed anche il Museo Nazionale di Reggio Calabria, all’interno del quale è possibile ammirare i famosissimi Bronzi di Riace); a livello artistico vantiamo capolavori realizzati dall’artista Nick Spatari incastonati al MUSABA (non lo conosci ancora? www.musaba.org); i borghi presenti sul il territorio sono innumerevoli: uno fra tutti eletto tra i più belli d’Italia (Gerace), il borgo di Stilo caratterizzato dalla Cattolica bizantina, Bova, Chianalea di Scilla; ed ancora castelli da visitare: il Carafa che troneggia la città di Roccella Ionica in cui ci troviamo, quelli di Ardore, Bovalino Superiore, Caulonia e Grotteria.

Inoltre, lontano dal tram tram cittadino, si ha la possibilità di (ri)scoprire il contatto con la natura, attraversando ad esempio i percorsi naturalistici all’interno del Parco Nazionale dell’Aspromonte (lo sapevate che la Calabria vanta ben 4 Parchi Nazionali, uno dei territori più interessanti e variegati d’Italia possiamo azzardare, in cui spostandoci solo di pochi chilometri possiamo godere di bellissime spiagge o esplorare la natura selvaggia, foreste incontaminate, aspri promontori e dolci colline, insieme alle numerose specie animali e vegetali che ospitano).

Solo storia e natura? No! I più avventurosi potranno gustare una vacanza all’insegna dell’avventura, centinaia di miglia di costa lungo il Mar Ionio e Tirreno dove effettuare immersioni subacquee (ammirando le uniche due specie di cavalluccio marino attestate in Italia), escursioni a cavallo in riva alla spiaggia, terme naturali in cui rilassarsi, numerosi sentieri in cui praticare trekking, campi da golf (presto anche all’interno del Parco dei Principi Hotel) e tanto tanto altro ancora.

La fortuna di un Paese come l’Italia inoltre risiede nel fatto che ogni sua regione possiede una forte tradizione culinaria, e giusto per citare alcune appartenenti a quella calabrese: il bergamotto agrume unico nel suo genere che cresce solo lungo la costa dei Gelsomini, il peperoncino (per la quale è stata istituita persino un’Accademia, oltre che avere un Festival dedicato, ed anche ingrediente indispensabile per produrre la famosissima Nduja), la cipolla di Tropea tipica per il suo sapore dolce, lo stocco mammolese incluso dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali nell’elenco Nazionale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali, ed ancora salumi e formaggi tipici, piatti tradizionali e sapori tutti da scoprire.

Non per ultimo una citazione la merita ovviamente un clima estremamente mite (domenica 1 marzo, qui a Roccella Ionica, abbiamo goduto di un’intensa e soleggiata giornata di ben 20° gradi) che ci accompagna da aprile fino a ottobre inoltrato.

Un piccolo scorcio di Calabria attraverso la cultura, le escursioni e la gastronomia per ricordarvi in questo momento difficile quanta bellezza, nonostante tutto, ci sia da scoprire, da vivere e di cui innamorarsi.
Seguici sui social

Leave a Reply